Cammini Aperti 2024: trionfo per la Via Romea Germanica!

Monselice

Un viaggio lento tra natura, storia e spirito di comunità

La terza via europea di pellegrinaggio celebra il successo di Cammini Aperti 2024, un progetto che ha valorizzato i cammini italiani all’insegna della lentezza, dell’accessibilità e della sostenibilità.

Il weekend del 14 aprile ha segnato la brillante conclusione di questa iniziativa, che ha intrecciato un filo di scoperta attraverso 42 escursioni in tutto il Bel Paese: 2 per ogni Regione e Provincia Autonoma, con la partecipazione entusiasta di migliaia di amanti del trekking e dei cammini.

L’iniziativa ha aperto le porte a un turismo lento e sostenibile, invitando camminatori di ogni livello a immergersi nei paesaggi italiani, riscoprendo il valore di un passo consapevole e rispettoso dell’ambiente.

In questa edizione, la Via Romea Germanica ha brillato con un percorso incantevole in Alto Adige, lungo il fiume Isarco. I partecipanti hanno potuto assaporare la maestosità di paesaggi mozzafiato e fortezze storiche. Nel Veneto, il cammino di Monselice si è rivelato un vero gioiello, un anello di 4 km che ha fatto eco alle parole di Cibotto, definendolo “la passeggiata più bella del Veneto”.

In altre parti d’Italia si sono svolti eventi collaterali come a Forlì, dove più di 100 persone hanno esplorato 5 km di storia, natura e biodiversità lungo l’argine del fiume Ronco. Questa iniziativa è stata anche l’occasione per contribuire al monitoraggio di un tratto della tappa n° 25 e dello stato della segnaletica dopo l’alluvione che ha colpito la Romagna nel maggio del 2023.  

L’Orvieto Walking Marathon ha registrato un’affluenza record di 1200 iscritti, confermando la Via Romea Germanica come partner d’eccellenza.

Cammini Aperti è stato un’occasione unica per prendersi il tempo di scoprire e ri-scoprire il proprio territorio a passo lento, ammirando con occhi nuovi paesaggi incontaminati, borghi pittoreschi e siti archeologici di grande valore. Un’esperienza che ha permesso di valorizzare il patrimonio italiano e di sensibilizzare il pubblico verso l’importanza della tutela dell’ambiente e della promozione di un turismo sostenibile.

Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno reso possibile questa iniziativa: associazioni, enti territoriali, volontari e, in modo speciale, le guide ambientali, cuore pulsante di questa avventura.

Mentre l’edizione 2024 si archivia tra i ricordi, lo sguardo si rivolge già al 2025, anno del Giubileo. La Via Romea Germanica si propone come itinerario ideale verso Roma, promettendo un viaggio di fede e spiritualità. Un cammino che invita a scoprire l’Italia con rispetto e amore per l’ambiente e le sue comunità.