La Via Romea Germanica al Festival della Letteratura di Viaggio

festival letteratura di viaggio

Nelle giornate del 19 e del 22 giugno l’associazione italiana della Via Romea Germanica ha partecipato a due importanti appuntamenti previsti nel programma della 15a edizione del “Festival della Letteratura di Viaggio”, a Roma, nella splendida location di Villa Celimontana, ospiti della Società Geografica Italiana.

In particolare, Mercoledì 19 giugno, abbiamo ascoltato con estrema attenzione le esperienze dei relatori intervenuti alla 1° edizione del “Forum dei cammini e delle altre velocità”. Dopo le introduzioni delle dott.sse Sara Zanni (Consigliera del Ministro del Turismo) e Maria Elena Rossi (ENIT), fondamentali per comprendere le scelte e le prospettive che in Italia si intende dare ai Cammini e ai progetti correlati, sono seguiti interventi altrettanto concreti, portati da esperti, Guide, associazioni, cooperative, ovvero da chi i Cammini – in Italia e all’estero – li pratica, li conosce, li progetta e come tali ne conosce pregi e difetti, ma soprattutto conosce le esigenze dei camminatori. Dati preziosi di cui tener conto nella presente e futura progettazione della Via Romea Germanica, in virtù del fatto che il nostro cammino in Italia attraversa ben sei Regioni per circa 1050 km, e tante sono le esigenze e le risposte che con piacere intenderemo fornire a pellegrini, escursionisti, studenti e a tutti coloro che vorranno scoprire questo antico itinerario.

In tal senso, ringraziamo i rappresentanti dei GAL “Delta 2000” Angela Nazzaruolo, “Ducato” Giovanni Pattoneri, “L’Altra Romagna” Romano Casamenti, “Valli Marecchia e Conca” Cinzia Dori, che unitamente alla dott.ssa Monica Valeri Responsabile “Circuito Cammini Emilia-Romagna Turismo Religioso – APT Emilia Romagna al Forum hanno ben rappresentato lo sforzo collettivo per la promozione dei Cammini che GAL e Regione stanno attuando, per un sempre maggiore coordinamento dei soggetti coinvolti e affinché gli itinerari possano rappresentare un vero e proprio strumento di sviluppo socio-economico sostenibile per i territori e le comunità che li abitano e li vivono, anche e soprattutto per i piccoli centri e le cosiddette “aree interne”.

La positiva esperienza dei GAL dell’Emilia-Romagna ha suscitato nel Festival un’attenzione particolare, tale che nella mattinata del 22 Giugno il programma prevedeva una Tavola Rotonda dal titolo “Camminare nei sentieri e tra i borghi rurali, seguendo i passi dei Gruppi di Azione Locale: reti ed esperienze a confronto”. E’ stato possibile pertanto ritrovarci, condividendo nuovamente esperienze dai territori di più Regioni d’Italia, così a quelle dei GAL e delle Regione Emilia Romagna, dopo l’introduzione del Presidente GAL “L’Altra Romagna” Bruno Biserni, si sono aggiunte le testimonianze e le suggestioni dei progetti virtuosi del GAL dei “Castelli Romani e Monti Prenestini” con la Direttrice Patrizia di Fazio, di “Viae Misericordiae” con il vice Presidente Luciano Albonetti, della DMC “In Romagna” con il co-direttore Alberto Merendi. Le conclusioni del dott. Biserni unitamente a quelle della dott.ssa Raffaella di Napoli Coordinatrice Task Force Leader Rete Rurale Nazionale, ci hanno restituito un quadro importante con prospettive e indicazioni estremamente interessanti, che stiamo già rielaborando e che quanto prima si trasformeranno in progettualità esecutiva.

Mirko Pacioni, 25 giugno 2024
Presidente Associazione italiana della “Via Romea Germanica”